Sfruttavano immigrati, paga da 3,50 euro all’ora: 2 arresti

I carabinieri di Carpenedolo e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brescia hanno arrestato un imprenditore 56enne italiano e di 42enne pachistano, ritenuti responsabili di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Durante i controlli ad una delle strutture di accoglienza, alcuni richiedenti asilo avevano dichiarato di lavorare presso aziende varie della bassa Bresciana.

Il pachistano reclutava la manovalanza tra extracomunitari in difficoltà e il titolare della ditta offriva loro un’occupazione per la quale – non sempre – pagava circa 3.50 euro all’ora.
Massacranti i turni di lavoro: 10 ore giornaliere per 6 giorni.

Commenti

commenti