Lega, è scontro tra Maroni e Salvini

E’ scontro acclarato dentro la Lega tra Roberto Maroni e Matteo Salvini. In una intervista al Foglio, il governatore lombardo definisce “stalinista” il segretario della Lega.

“Io sono una persona leale. Sosterrò il segretario del mio partito. Lo sosterrò – ha detto Maroni – come candidato premier. Ma da leninista, non posso sopportare di essere trattato con metodi stalinisti e di diventare un bersaglio mediatico solo perché a detta di qualcuno potrei essere un rischio”.

La risposta di Salvini arriva via Facebook e Twitter: “Preferisco usare il mio (e vostro) tempo per lavorare e costruire, non per litigare o rispondere agli insulti. O l’Italia riparte in fretta, e io ci credo, o sarà tardi. Le polemiche le lascio agli altri. Scusatemi, mi conoscete, sono fatto così”

Commenti

commenti